VISITA DI BENEDETTO XVI AL PONTIFICIO COLLEGIO ETIOPICO

CITTA’ DEL VATICANO, 17 OTT. 2005 (VIS). Questa mattina il Santo Padre si è recato in visita al Pontificio Collegio Etiopico, situato nello Stato della Città del Vaticano, in occasione del 75° anniversario della sua apertura.

  Nel discorso rivolto ai Presuli di Etiopia ed Eritrea al termine della visita “ad Limita Apostolorum”, il Papa, ricordando l’ubicazione del Collegio all’interno della Città del Vaticano, ha detto che essa “è segno eloquente degli stretti legami di comunione che legano la Chiesa nei vostri Paesi con la sede di Roma”.

  “La testimonianza di unità che voi date” – ha proseguito il Pontefice – “che trascende ogni divisione politica ed etnica, ha un ruolo di vitale importanza nel portare la riconciliazione e nel sanare la regione martoriata nella quale vivete”.

  Il Papa ha esortato i Presuli ad “esprimere solidarietà, in ogni modo possibile, ai vostri fratelli e sorelle sofferenti della Somalia, dove l’instabilità politica rende quasi impossibile vivere con dignità”.

  “Nei vostri Paesi” – ha detto ancora Papa Benedetto – “dove i cattolici sono una piccola minoranza, l’opera del dialogo ecumenico è particolarmente urgente e mi rallegro che la vostra Conferenza Episcopale stia affrontando tale sfida. (…) Poiché il progresso ecumenico dipende anche da un’adeguata formazione teologica, esso potrà essere validamente coadiuvato dalla creazione di una Università Cattolica in Etiopia, e rendo grazie a Dio che i lunghi negoziati relativi a questo progetto siano stati proficui”.

  Il Santo Padre, ricordando che la metà della popolazione dei due Paesi ha meno di venti anni, ha affermato che i Vescovi “hanno numerose opportunità di orientare nella giusta direzione la vitalità e l’entusiasmo delle nuove generazioni” ed ha incoraggiato ugualmente i Presuli “ad aiutarli a riconoscere e a rispondere con generosità se Dio li chiama a servirLo nel sacerdozio e nella vita religiosa.  Nel ringraziare le generazioni di missionari – tra i quali c’è qui qualcuno dei vostri – prego che i semi piantati continuino a produrre frutti in un ricco raccolto di vocazioni indigene”.

  Infine, Papa Benedetto XVI, al termine del suo discorso, ha ricordato che la visita dei Presuli a Roma coincide con il termine dell’Anno dell’Eucaristia, ed ha detto: “Vi incoraggio ad approfondire la vostra devozione personale a questo grande mistero. (…) Il vostro popolo ha sperimentato la fame, l’oppressione e la guerra. Aiutatelo a riscoprire nell’Eucaristia l’atto centrale della trasformazione che sola può autenticamente rinnovare il mondo, convertendo la violenza in amore, la schiavitù in libertà, la morte in vita”.
AL/…/ETIOPIA:ERITREA                               VIS 20051017 (410)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: