SALVAGUARDIA DIRITTI LAVORATORI EMIGRATI E DEI FAMILIARI

CITTA’ DEL VATICANO, 11 LUG. 2007 (VIS). Nel tardo pomeriggio di ieri è stato reso pubblico il testo dell’intervento dell’Arcivescovo Agostino Marchetto, Segretario del Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti, al Forum Globale su Migrazione e Sviluppo, in corso a Bruxelles (Belgio), dal 9 all’11 luglio.

  “I migranti” – ha ricordato l’Arcivescovo Marchetto – “contribuiscono al benessere del Paese che li accoglie, ed anche in considerazione di ciò, che la loro dignità umana deve essere rispettata e le loro libertà umane garantite: il diritto ad una vita degna, ad un trattamento lavorativo corretto, all’accesso all’educazione, alla salute ed agli altri servizi sociali, il diritto di accrescere le proprie competenze e a svilupparsi dal punto di vista umano, il diritto di manifestare liberamente la propria cultura e praticare la propria religione”.

  “Ma i diritti e i doveri” – ha proseguito il Segretario del Pontificio Consiglio – “vanno di pari passo. I migranti hanno dunque al tempo stesso il dovere di rispettare l’identità e le leggi del Paese dove risiedono, di sforzarsi di integrarsi correttamente (e non di essere assimilati) nella società che li accoglie e di apprenderne la lingua. Essi devono favorire la stima e il rispetto per il Paese che li accoglie, al punto da amarlo e difenderlo”.

  Il Capo della Delegazione della Santa Sede a Bruxelles ha ricordato anche gli emigranti che si trovano in situazioni irregolari, i quali, “indipendentemente dalla loro situazione giuridica, hanno il diritto al rispetto della loro dignità umana inalienabile. I loro diritti devono dunque essere salvaguardati e non ignorati o violati. Infatti per i migranti una situazione irregolare non significa per forza criminalità. La soluzione è: una migliore cooperazione internazionale che scoraggi l’irregolarità, accompagnata da un aumento dei canali legali per la migrazione”.

  L’Arcivescovo Marchetto ha concluso il suo intervento rinnovando l’appello del Papa – nel Messaggio per la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato 2007 – ai Governi che ancora non l’hanno fatto, a ratificare la Convenzione Internazionale per la Protezione dei Diritti di tutti i Lavoratori Migranti ed i Membri delle loro Famiglie”.
CON-SM/MIGRAZIONE:SVILUPPO/MARCHETTO               VIS 20070711 (360)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: