RELIGIOSE: PREOCCUPAZIONE PRIORITARIA RICERCARE CRISTO

CITTA’ DEL VATICANO, 7 MAG. 2007 (VIS). Questa mattina il Santo Padre Benedetto XVI ha ricevuto in Udienza le partecipanti all’Assemblea Plenaria dell’Unione Internazionale delle Superiore Generali che rappresenta 794 famiglie religiose femminili operanti in 85 Paesi dei cinque continenti. Tema dell’Assemblea Plenaria, in corso in questi giorni, è: “Chiamate a tessere una nuova spiritualità che generi speranza e vita per tutta l’umanità”.

  Il Santo Padre ha sottolineato che ogni Superiora Generale “è chiamata ad essere animatrice e promotrice” di una Vita Consacrata “‘mistica e profetica’, fortemente impegnata nella realizzazione del Regno di Dio. Sono questi” – ha detto il Papa – “i ‘fili’ con i quali il Signore vi spinge, care Religiose, a ‘tessere’ oggi il vivo tessuto di un proficuo servizio alla Chiesa e di una eloquente testimonianza evangelica ‘sempre antica e sempre nuova’, in quanto fedele alla radicalità del Vangelo e coraggiosamente incarnata nella realtà contemporanea, specialmente laddove c’è più povertà umana e spirituale”.

  “Si tratta non di rado di percorrere inesplorati sentieri missionari e spirituali, mantenendo però sempre ben saldo il rapporto interiore con Cristo. Solo da questa unione con Dio scaturisce infatti ed è alimentato il ruolo ‘profetico’ della vostra missione, che consiste nell”annuncio del Regno dei cieli’, annuncio indispensabile in ogni tempo e in ogni società”.

  Benedetto XVI ha esortato le religiose con queste parole: “Non cedete pertanto mai alla tentazione di allontanarvi dall’intimità con il vostro celeste Sposo, lasciandovi catturare eccessivamente dagli interessi e dai problemi della vita quotidiana. I Fondatori e le Fondatrici dei vostri Istituti hanno potuto essere dei ‘profetici pionieri’ nella Chiesa perché non hanno mai perso la viva consapevolezza di essere nel mondo, ma non del mondo, secondo il chiaro insegnamento di Gesù (cfr Gv 17,14). Seguendo il suo esempio, essi si sono sforzati di comunicare con le parole e i gesti concreti l’amore di Dio attraverso il dono totale di se stessi, sempre mantenendo lo sguardo e il cuore fissi in Lui”.

  “Care Religiose” – ha proseguito il Pontefice – “Sia (…) vostra preoccupazione prioritaria aiutare le vostre consorelle a ricercare primariamente Cristo e a porsi generosamente a servizio del Vangelo. Non stancatevi di riservare ogni cura possibile alla formazione umana, culturale e spirituale delle persone a voi affidate, perché siano in grado di rispondere alle odierne sfide culturali e sociali. Siate le prime a dare l’esempio nel rifuggire le comodità, gli agi, le convenienze per portare a compimento la vostra missione”.

  Il Santo Padre ha invitato inoltre le religiose a condividere “le ricchezze dei vostri carismi con quanti sono impegnati nell’unica missione della Chiesa che è la costruzione del Regno di Dio. Instaurate a tal fine” – ha concluso Papa Benedetto – “una serena e cordiale collaborazione con i sacerdoti, i fedeli laici, e specialmente le famiglie per andare incontro alle sofferenze, ai bisogni, alle povertà materiali e soprattutto spirituali di tanti nostri contemporanei. Coltivate, inoltre, una sincera comunione e una schietta collaborazione con i Vescovi, primi responsabili dell’evangelizzazione nelle Chiese particolari”.
AC/…/SUPERIORE GENERALI                                          2070507 (510)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: