DIALOGO INTERRELIGIOSO: NECESSITÀ VITALE NOSTRO TEMPO

CITTA’ DEL VATICANO, 1 FEB. 2007 (VIS). Il Santo Padre Benedetto XVI ha ricevuto oggi in Vaticano una Delegazione della “Fondazione per la Ricerca e il Dialogo Interreligioso e Interculturale”, presieduta dall’Arcivescovo Damaskinos, Metropolita di Andrinopla. Della Delegazione faceva parte Sua Altezza Reale il Principe Hassan di Giordania.

  Nel suo discorso il Papa, che fu uno dei membri fondatori di questa istituzione, ringraziando il Metropolita per il dono del primo frutto del lavoro della Fondazione: l’edizione congiunta, in lingua originale e in ordine cronologico, dei tre libri sacri delle tre religioni monoteiste, ha detto che essa: “Era infatti il primo progetto che intendevamo realizzare creando insieme questa Fondazione, per ‘dare un contributo specifico e positivo al dialogo fra le culture e le religioni”.

  “Siamo chiamati, ebrei, cristiani e musulmani, a riconoscere e sviluppare i legami che ci uniscono. È questa l’idea che ci ha indotto a creare questa Fondazione, che ha l’obiettivo di ricercare ‘il messaggio essenziale e più autentico che le tre religioni monoteiste, l’Ebraismo, il Cristianesimo e l’Islam, possono rivolgere al mondo del XXI secolo’, con il fine di dare nuovo impulso al dialogo interreligioso e interculturale, per mezzo della ricerca comune, ponendo in luce e diffondendo, ciò che, nei nostri rispettivi patrimoni spirituali, contribuisce a rafforzare i legami fraterni fra le nostre comunità di credenti”.

  “La rilettura e, per alcuni, la scoperta dei testi che tante persone nel mondo” – ha sottolineato il Santo Padre – “venerano come sacri, obbligano al rispetto reciproco, nel dialogo fiducioso. Gli uomini di oggi attendono da noi un messaggio di concordia e di serenità, e la manifestazione concreta della nostra volontà comune di aiutarli a realizzare la loro legittima aspirazione a vivere nella giustizia e nella pace”.

  “I lavori della Fondazione contribuiranno ad una presa di coscienza crescente di tutto ciò che, nelle diverse culture del nostro tempo, è conforme alla saggezza divina e serve la dignità dell’uomo, per meglio discernere e meglio rigettare tutto ciò che è usurpazione del nome di Dio e snaturamento dell’umanità dell’uomo”.

  “Le nostre rispettive tradizioni religiose” – ha concluso il Pontefice – “insistono tutte sul carattere sacro della vita e sulla dignità della persona umana. (…) Con tutti gli uomini di buona volontà, noi aspiriamo alla pace. È perché, lo ripeto con insistenza: la ricerca ed il dialogo interreligioso e interculturale non sono una opzione, ma una necessità vitale per il nostro tempo”.
AC/DIALOGO INTERRELIGIOSO/HASSAN:DAMASKINOS  VIS 20070201 (410)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: