L’ECUMENISMO È UN’ESPERIENZA DIALOGICA PROFONDA

CITTA’ DEL VATICANO, 21 GEN. 2007 (VIS). Poco prima di mezzogiorno il Santo Padre Benedetto XVI si è affacciato alla finestra del suo studio nel Palazzo Apostolico Vaticano per recitare l’Angelus con i pellegrini convenuti in Piazza San Pietro.

“L’odierna domenica” – ha ricordato il Papa – “cade durante la ‘Settimana di preghiera per l’Unità dei Cristiani’, che, (…), si celebra ogni anno, (…), tra il 18 ed il 25 gennaio. Per il 2007 il tema è un’espressione tratta dal Vangelo di Marco, e riferisce la meraviglia della gente per la guarigione del sordomuto operata da Gesù: ‘Fa udire i sordi e fa parlare i muti’ (Mc 7,37)”.

Il progetto iniziale per la ‘Settimana’” – ha spiegato il Pontefice – “adattato poi dal Comitato Misto internazionale, è stato preparato dai fedeli di Umlazi, in Sud Africa, città molto povera, dove l’aids ha assunto proporzioni di pandemia e dove ben poche sono le speranze umane. Ma Cristo risorto è speranza per tutti. Lo è specialmente per i cristiani. Eredi di divisioni avvenute in epoche passate, essi hanno voluto in questa circostanza lanciare un appello: Cristo può tutto, egli ‘fa udire i sordi e fa parlare i muti’ (Mc 7,37), è capace cioè di infondere nei cristiani il desiderio ardente di ascoltare l’altro, di comunicare con l’altro e di parlare insieme a lui il linguaggio dell’amore reciproco”.

“L’ecumenismo è un’esperienza dialogica profonda, un ‘ascoltarsi’ e ‘parlarsi'” – ha sottolineato il Pontefice – “un conoscersi meglio; è un compito che tutti possono svolgere, specialmente per quanto riguarda ‘l’ecumenismo spirituale’, basato sulla preghiera e la condivisione per ora possibile tra i cristiani”.

Il Papa ha auspicato che: “l’anelito per l’unità, tradotto in preghiera e fraterna collaborazione per alleviare le sofferenze dell’uomo, possa diffondersi sempre più” ed ha espresso la sua riconoscenza “a quanti, in ogni parte del mondo, con convinzione e costanza pregano e operano per l’unità”.

Al termine della recita dell’Angelus, Papa Benedetto XVI ha ricordato che la Diocesi di Roma celebra oggi la “Giornata della scuola cattolica”, e rivolgendo i suoi saluti ai dirigenti, docenti, genitori e alunni, ha detto: “Cari amici, come dice efficacemente il tema della Giornata, gli istituti scolastici cattolici si pongono al servizio della crescita integrale della persona: ‘cuore, intelligenza e libertà’. Vi rinnovo l’espressione del mio apprezzamento per il lavoro che svolgete, cercando sempre di coniugare la qualità dell’istruzione con l’impegno educativo. Per questo vi incoraggio e vi sostengo con la mia preghiera”.
ANG/UNITÀ:SCUOLE CATTOLICHE/… VIS 20070122 (420)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: