MIGRANTI ARRICCHISCONO CULTURE E SOCIETÀ

CITTA’ DEL VATICANO, 18 DIC. 2006 (VIS). L’Arcivescovo Silvano M. Tomasi, C.S., Osservatore Permanente presso l’Ufficio delle Nazioni Unite ed Istituzioni Specializzate a Ginevra, è intervenuto, il 1° dicembre scorso, alla 92ema Sessione del Consiglio dell’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni.

  “La lezione della storia” – ha affermato l’Arcivescovo Tomasi nel suo intervento, reso pubblico oggi – “è che i migranti arricchiscono le culture e le società e le famiglie e le comunità transnazionali creano ponti di comprensione e di interazione produttiva. Ciò dimostra che la risorsa più importante di tutte è l’essere umano”.

  “Se l’economia dei paesi ospitanti trae beneficio dal lavoro degli immigrati – evidentemente non possono fare a meno di loro – è necessario rispondere alle aspirazioni degli immigrati ed offrire loro la possibilità dell’integrazione. La legislazione nazionale non può essere volta unicamente alla regolazioni dei flussi di servizi e di lavoro, senza tener conto della persona che fornisce tali servizi. Per questa ragione” – ha concluso il Nunzio Apostolico – “la riunificazione familiare deve essere una priorità: la famiglia ha un ruolo fondamentale nel processo di integrazione, nel dare stabilità alla presenza degli immigrati nel nuovo ambiente sociale, ed anche nelle dinamiche delle migrazioni temporanee”.
DELSS/MIGRAZIONI/GINEVRA:TOMASI                VIS 20061218 (200)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: